Promesse

Osservo la scia di due aerei nel cielo
ognuno verso la propria rotta definita

Intanto un sole stralunato
cola a picco dietro la collina
con uno sbuffo di vento fresco
saluta la mia schiena
tornerà domani
dice

In questa incorruttibile promessa
anche la solitudine muta
e come scia si dissolve
nel nulla dell’incerto

domani
sul piano infinito
avrò raggiunto il 53° parallelo
che seppure vagabonda
anche la mia rotta
è una promessa

Annunci

Solitudine

Un bicchiere sul comodino
profumo di lenzuola calde
il cuscino per terra
un libro per non vedere
il tappeto liso
la persiana che non si chiude
la vestaglia sulla sedia
e la smagliatura di una calza
la sponda del letto
il cordone della tenda
la coperta spiegazzata
l’odore del caffè
il disco sul grammofono
la polvere sulla cassettiera
l’abito fuori moda
il pianoforte scordato
una spazzola e il tuo profumo
la maniglia si abbassa
e la tua schiena scompare
il gatto miagola
e si è fatta più rossa l’aurora.

Un bicchiere sulle lenzuola bianche
un libro sul tappeto liso
la vestaglia che non si vede
la smagliatura nella tenda
l’odore della polvere
la cassettiera fuori moda
le labbra spiegazzate
il lamento del pianoforte
la maniglia e la tua impronta
il disco che si abbassa
la persiana sul grammofono
il gatto miagola
la candela si spegne
ed è già solitudine

(Daniela Zeffiro)

solitudine

Copyright riservato secondo le leggi internazionali sui diritti d’autore estensione digitale