Promesse

Osservo la scia di due aerei nel cielo
ognuno verso la propria rotta definita

Intanto un sole stralunato
cola a picco dietro la collina
con uno sbuffo di vento fresco
saluta la mia schiena
tornerà domani
dice

In questa incorruttibile promessa
anche la solitudine muta
e come scia si dissolve
nel nulla dell’incerto

domani
sul piano infinito
avrò raggiunto il 53° parallelo
che seppure vagabonda
anche la mia rotta
è una promessa