Declinazioni casuali

 

Avessi letto meglio,
fra le pieghe dei casi
il cuneiforme tratto della Sibilla…
Ma ero presbite,
o forse sorda,
Ulisside penosa
senza picciol compagnia o Circe bella.
Nel frigo manca il loto
(troppo alto il ripiano del mercato)
e non c’è elleboro nero
che senno renda alla creatura.

Le dita restano serrate nella spola,
la conocchia (mia memoria)
si fa tenaglia che morde alla caviglia…
Mi sfumo allora,
ma senza l’eroismo
di un Mishima:
mi sfoco, semmai,
col pacchetto di Marlboro
sulla sedia di cucina.

Poesia “Declinazione casuale”

di

 Eleonora Pinzuti

Poeta contemporanea

I put a spell on you – Nina Simone
Annunci

2 commenti su “Declinazioni casuali

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on Pier Carlo Lava.

  2. giuliacalli ha detto:

    Grazie a te per essermi venuta a trovare 🙂 Mi ha incuriosito molto il nome e il concetto del tuo blog, anche io mi sento una capitana di barca (in mezzo alla tempesta, che ogni tanto si calma). Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...