Eredità e Betty Boop

Ci sono persone che ricevono, per legge o testamento, lasciti materialmente consistenti. Fortune. Io, senza né legge né testamento, ho ricevuto in lascito il pessimismo cosmico. No, mi correggo: più che in lascito, mi è stato iniettato nelle vene fin dalla mia procreazione. Per cui, consenziente e grata o meno, mi si è aggregato nel sangue insieme alle piastrine e ad altri vari componenti. Da allora mi muovo nel mondo con incorporata questa bomba a tempo: “Gruppo Zero RH positivo PSC” che sta appunto per pessimismo cosmico. Credo, e non me ne voglia, di dover ringraziare mia madre per questa bella eredità. Del resto sono cresciuta a pane, nutella e catastrofismo.
Per fare qualche esempio rispolvero i ricordi e tiro fuori un po’ di imprecazioni. No, non le mie, ma quelle di mia madre. Giornata di primavera in cui tira un venticello fresco ed arieggiante: “Escììììììììììì!!!! mò c’hanna purtà au larij i rrrrobbb spas e amma rumanè senza rrrobbb!!!!” – che sarebbe l’equivalente tradotto di “questo vento si porterà via i panni stesi e resteremo nudi”. Giornata autunnale in cui pioviggina: “Escìììììììììì!!!!, c’hanna purtà ala rrruin tutt st’acqu!!!!” – “questa pioggia ci rovinerà (e ancora sto cercando di capire cosa, ma credo, al peggio, la sua permanente)”. Confidenze tra figlia e genitrice: “Mà, domani ho il tema in classe” – “Ehhhh….speriaaaaam ca va tutt bbbon, ma vaccapiiiishh com’hanna ij u fatt!!!!” – non ve lo traduco perché a questo punto avete bell’è imparato il dialetto pugliese o comunque ne intuite il senso.
Per non parlare di quando le cose per cui imprecare esistevano davvero.
Ci fu un periodo, più o meno lungo dipende dai punti di vista, ma vi lascio immaginare che fu luuuuuungo, in cui mio fratello maggiore si ammalò di pleurite: in casa vigeva il lutto stretto. “Escìììììììì…. Madonnamiiiij….. com’è staaaat…chi m l’aveva raccuntà sta cos… com è stat com è stat com è stat” e questa frase tipo si ripeteva per almeno quindici 15 volte al giorno. Non ci si poteva avvicinare a mio fratello, pena la radiazione dall’albo di famiglia, per timore di attaccargli qualche bacillo, manco avesse l’immunodeficienza da HIV. E’ stata la catastrofe l’apoteosi l’apocalisse l’ottavo flagello di dio. Lo ha dato per spacciato fin da subito, quando in realtà è bastata una buona cura antibiotica e tutto è tornato nella “normalità”, mai del tutto normale data la visione drasticamente distorta della realtà. “Madoooonnnna miiija…emmò com’amma faaaa’!!!!
Voi magari ci ridete, epppppure io di gusto, adesso, oggi, mò! Ma vi assicuro, non è facile vivere in due dimensioni parallele in cui la catastrofe si scontra quotidianamente con il conigliettotuttomatto che tira fuori dal cilindro le piccole e grandi meraviglie della vita. Costantemente in conflitto tra uno tsunami e la lieve increspatura del mare.
La mia amicuzza Piera mi ha consigliato di vestire la catastrofe. Sì, avete capito bene. Se proprio non riesco a tenerla a freno, dati i natali, le metto addosso un po’ di cose belle, vistose e colorate. A volte è un bel grembiulino tutto pizzi e merletti, altre volte indossa una parrucca alla Blondie e altre volte lascio che passi attraverso il buco della serratura, altre ancora la faccio giocare a carte con la regina di cuori. Tante volte lo stregatto le sbuffa nella faccia il fumo dei suoi sigaroni e altre ancora, quando sento che mi sta stroncando i cosiddetti,  la trucco alla Betty Boop e la mando a fare…un bagno ammare.

L’effetto sulla psiche è assicurato e il mio plasma ringrazia, soprattutto il fattore Rhesus positivo.
“Mà…ti voglio tanto bene!” – “Escììììììììì!!!!”

Annunci

2 commenti su “Eredità e Betty Boop

  1. Dusty ha detto:

    “Escììììììììì!!!!” 😀

  2. Claudiappì ha detto:

    Ahahaha Piera è una saggia donna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...